×

Attenzione

Errore nel caricamento del componente: com_tags, Componente non trovato

Ritratto di famiglia Giambattista Gifuni nacque a Lucera il 9 aprile 1891. Per le sue qualità culturali ed intellettuali e per le sue grandi doti umane non può non suscitare, a distanza di trenta anni dalla sua scomparsa, profondi sentimenti di ammirazione e di affetto. Famoso è rimasto su di lui un giudizio di Benedetto Croce, che ben lo conosceva. In un colloquio privato con un eminente magistrato, il filosofo ebbe a collocare Giambattista Gifuni in quella schiera “sempre più ristretta” di appassionati ricercatori senza dei quali “la scienza non sarebbe”.

Giambattista Gifuni ebbe una sorta di “conversione”. Alla soglia dei quaranta anni abbandonava una fortunata attività professionale di avvocato (la professione della sua famiglia condotta in una città sede per secoli di giustizia per poter realizzare una vocazione coltivata silenziosamente, capace di appagare le esigenze del suo spirito libero (meno quelle finanziarie): assumeva, infatti, l’incarico di direttore della Biblioteca comunale di Lucera (da cui nel 1934 fu allontanato per la sua amicizia con Croce, ma dopo pochi mesi reintegrato). Tale incarico lo condurrà a spaziare senza i condizionamenti del quotidiano, nei “verdi campi” della ricerca e della scienza prodigando, al tempo stesso, ogni energia alla biblioteca che rapidamente trasforma, per i suoi interventi pazienti ed assidui, in un centro di grande rilievo culturale; una biblioteca dotata, alla fine del suo incarico quarantennale, di ottantamila volumi rispetto ai diecimila iniziali.

Gli interessi di Giambattista Gifuni come studioso furono di due tipi: la storia contemporanea, con particolare riferimento al periodo risorgimentale fino a quello precedente il primo conflitto mondiale con particolare riferimento ad Antonio Salandra che resta la più importante personalità politica espressa della Capitanata tra Ottocento e Novecento e la lunga e gloriosa storia della terra di Puglia e in particolare della sua Lucera, la città di cui fu profondamente innamorato e dove vi condusse una vita silenziosa e tranquilla.

Dei suoi interessi per la storia contemporanea sono testimonianza i numerosi saggi pubblicati dalla Voce di Giuseppe Prezzolini, dalla Nuova Antologia e dal Corriere Padano (gli scritti dedicati a Giolitti, Slataper, R. Bonghi, Martini ecc.), saggi che lo stesso Gifuni provvedeva periodicamente a raccogliere in un solo volume. Poi, dopo il ritrovamento quasi occasionale nel 1948 degli scritti di Antonio Salandra, a cui era anche legato da vincoli di parentela, gli anni dedicati alla ricostruzione del carteggio di Salandra e ai tratti più rilevanti della vita politica di quest’ultimo.

Nell’appassionata descrizione della storia millenaria della sua Lucera e delle opere d’arte che la caratterizzano, forte si avverte il suo impegno intellettuale e la sua erudizione, il suo appassionato studio del passato e il suo attaccamento alla Biblioteca comunale. Per tali indiscusse qualità, a detta di Pasquale Soccio, egli rappresentava “la coscienza storica più vibratile della città”.

Costantemente inserito in un ampio contesto nazionale, Gifuni collabora a numerosi giornali e riviste specializzate. E’ direttore del Museo “Fiorelli”, Ispettore bibliografico e Ispettore onorario ai Monumenti e tra i fondatori della società di Storia Patria per la Puglia.

Il famoso arabista Francesco Gabrieli, accademico dei Lincei, in un libro dedicato alla Puglia ricordava di essere stato condotto a conoscere la storia di Lucera e dei suoi monumenti dall’avvocato Gifuni, il cui titolo professionale sembrava quasi “una stonatura” rispetto alla sua passione di storico e conoscitore delle vicende lucerine.

Anche Giuseppe Ungaretti, in alcune pagine dedicate a Lucera ricorda Giambattista Gifuni, suo accompagnatore indimenticabile nella scoperta della città e dei suoi monumenti. Gifuni, attesta Ungaretti “conosce mirabilmente la storia della sua città per un amore che da secoli hanno da padre in figlio nella sua famiglia!”

Collocato a riposo nel 1967, Gifuni fu nominato direttore emerito della Biblioteca e del Museo e Ispettore bibliografico onorario.

Nell’ottantacinquesimo compleanno assaporò il piacere di una raccolta di scritti composta in suo onore da un gruppo di autorevoli studiosi: gli storici Ernesto Pontieri, Nino Valeri, Alberto Maria Ghisalberti e l’italianista Mario Sansone, anch’egli lucerino. Il 12 novembre 1976 fu insignito dal Capo dello Stato dell’onorificenza di Cavaliere di  Gran Croce al merito della Repubblica Italiana.

Morì a Lucera l’8 luglio 1977.

Altri personaggi storici

Giuseppe Ar

Giuseppe Ar (Lucera, 1898 – Napoli, 1956) nasce a Lucera nel 1898 da una famiglia di umili origini e nelle ore di libertà si avvia molto presto agli studi della tecnica pittorica, dimostrando chiaro talento artistico.
Semplice e taciturno, dal [ ... ]

Leggi tutto...
Bozzini Umberto

Umberto Bozzini (Lucera, 1876 – 1921)

Avvocato, poeta e drammaturgo. È nel 1909 (23 ottobre al teatro Valle di Roma, protagonista Italia Vitaliani) con la rappresentazione di “Fedra” che negli ambienti letterari e teatrali si comincia a parlare [ ... ]

Leggi tutto...
Giuseppe Cavalli

Giuseppe Cavalli (Lucera, 29 novembre 1904 – Senigallia, 25 ottobre 1961)

Fratello gemello di Emanuele Cavalli, pittore, Giuseppe Cavalli nasce a Lucera, in provincia di Foggia, in una famiglia della nobiltà terriera sensibile all'arte, in [ ... ]

Leggi tutto...
Ruggiero Bonghi

Ruggiero Bonghi (Napoli, 21 marzo 1826 – Torre del Greco, 22 ottobre 1895)

Filologo e politico italiano, Lucera era la città di origine della sua famiglia ed egli stesso le fu sempre legato si culturalmente e anche politicamente diventando [ ... ]

Leggi tutto...
Giuseppe Fiorelli

Giuseppe Fiorelli (Napoli, 8 giugno 1823 – Napoli, 28 gennaio 1896)

Nato a Napoli, allora capitale del Regno delle Due Sicilie, iniziò la sua formazione studiando giurisprudenza, ma presto passò allo studio della numismatica. Avendo ottenuto buoni [ ... ]

Leggi tutto...
Alfonso De Giovine

Alfonso de Giovine (1898 – 1966)

La figura del parlamentare lucerino (è stato Podestà di Lucera, Senatore e Sottosegretario al Tesoro), ha segnato una delle pagine politiche più significative e gratificanti per la città e per il collegio [ ... ]

Leggi tutto...
Emanuele Cavalli

EMANUELE CAVALLI - Lucera (Foggia) 1904 - Firenze 1981

Figlio di possidenti pugliesi, Cavalli si trasferisce a Roma nel 1921 e diventa allievo del pittore Felice Carena, frequentando anche l'istituto artistico industriale. Nel 1926 espone alcune [ ... ]

Leggi tutto...
Umberto Onorato

Umberto Onorato (Lucera 1898 - Cassino 1967) fu disegnatore, caricaturista, giornalista, scenografo e costumista teatrale.
Frequentatore assiduo delle platee e dei palcoscenici, aveva fissato con rapidi tratti di matita e un segno preciso ed essenziale [ ... ]

Leggi tutto...
Alfonso de Peppo

Alfonso de Peppo (1886-1951 - giornalista, sindaco e podestà di Lucera)

Leggi tutto...
Giambattista Gifuni

Giambattista Gifuni nacque a Lucera il 9 aprile 1891. Per le sue qualità culturali ed intellettuali e per le sue grandi doti umane non può non suscitare, a distanza di trenta anni dalla sua scomparsa, profondi sentimenti di ammirazione e di affetto. [ ... ]

Leggi tutto...
Edoardo Tommasone

Edoardo Tommasone nasce a Lucera il 15 marzo 1889 da Giuseppe Tommasone e Teresa Gifuni e qui compie i primi studi frequentando il liceo Ruggero Bonghi con molto profitto.
Si laureò a pieni voti in Giurisprudenza a Roma nel 1911, a soli 22 anni, discepolo [ ... ]

Leggi tutto...
Francesco Lastaria

Francesco Lastaria, naque a Lucera il 30 Agosto 1860, si laureò in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Napoli, dove fù un docente universitario.
La sua vita è stata ricca di eventi: fu ufficiale e poi capitano durante la prima guerra [ ... ]

Leggi tutto...

Info sul sito

Questo sito nasce con l'intento di mostrare e far conoscere i monumenti, la storia e i personaggi di Lucera.

CENTRO INFORMAZIONE TURISTICA

Punto informazione e distribuzione materiale turistico
Piazza Nocelli, 6 
Numero Verde 800/767606

Login

.

Vai all'inizio della pagina