×

Attenzione

Errore nel caricamento del componente: com_tags, Componente non trovato

Francesco Lastaria Francesco Lastaria, naque a Lucera il 30 Agosto 1860, si laureò in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Napoli, dove fù un docente universitario.
La sua vita è stata ricca di eventi: fu ufficiale e poi capitano durante la prima guerra africana nel 1896, lavorò in Lucera come chirurgo nel vecchio "Ospedale Santa Maria delle Grazie", infine, frequentò le Scuole di Reclus e Fauré a Parigi e poi anche l'Hotel-Dieu per la sua formazione.
Aveva un carattere "austero, impetuoso e aggressivo."

Durante la sua vita esemplare, ebbe molti interessi: prima di tutto, per la sua professione medica, in secondo luogo per la sua città natale, ultima per la vita e la natura. Appassionato di astronomia, dalla sua terrazza soleva ammirare le stelle e le meraviglie dell'universo interessndosi alle ricerche metafisiche e filosofiche, tanto che ebbe un sodalizio forte con Camillo Flammarion, astronomo e scienziato francese.

Morì il 27 Settembre del 1948 e fu sepolto nel cimitero di Lucera. Sulla lapide della sua tomba sono incisi i seguenti versi del suo amico il poeta lucerino Venditti: "NELL'ORA ESTREMA / PREMIO DEL BENE CHE ALL'UMANITA' DOLORANTE / PRODIGO' L'AMMIRATA SUA SAPIENZA DI CHIRURGO / RITROVO' / PER BENIGNO DONO DIVINO / LA FEDE DEI PADRI SMARRITA E PUR SEMPRE ANELATA / ATTINSE COSI' LE STELLE / NELLE NOTTI DI STUDIO E DI SOGNI / PIAMENTE VAGHEGGIATE".

Francesco Lastaria - Lapide