Le reliquie del Beato Francesco Maria da Gambatesa, umile frate Cappuccino, riposano nella Cappella del vecchio Convento dei Frati Cappuccini, dedicato oggi a Sant'Anna.

Il convento nacque ad opera dell'ordine dei Frati Cappuccini e fu costruito interamente con materiali provenianti preminentemente dalle macerie del vecchio Castello svevo-angioino. Di questo frate, morto in concetto di Santità, se ne sa ben poco, e questo poco lo ricaviamo dalla lapide apposta alla sua nicchia di sepoltura, voluta dai fedeli cittadini di Lucera nella Cappella del vecchio Convento (oggi casa di riposo "Maria De Peppo Serena"), che si trova sul lato sinistro dell'ingresso principale.

Nato nell'anno 1777, moriva nel marzo del 1865. Abbracciata la sua lunga vita di convento, ascese prima al vicariato provinciale dell'Ordine e poi a Provinciale; confortò e consolò i suoi fedeli per tutto il periodo Conventuale (65 anni). I fedeli di Lucera che l'adoravano, sul sacro deposito delle sue spoglie, vollero apporre questa lapide, unica testimonianza della sua vita terrena.

A. P.
QUI LE VENERANDE RELIQUIE RIPOSANO
DEL M. R. P. FRANCESCO M. DA GAMBATESA CAPPUCCINO
DI PIETÀ DI UMILTÀ DI CARITÀ
VISSE ANNI LXXXVIII NEL CHIOSTRO LXV
FU' VICARIO PROVINCIALE FU PROVINCIALE
CON LE SANTE PAROLE CON LE SANTE OPERE
CONFORTAVA CONSOLAVA EDIFICAVA
MORÌ IN LUMINOSO CONCETTO DI SANTITÀ
NEL MARZO MDCCCLXV
I CITTADINI
CHE L'AMAVANO L'ONORAVANO LO VENERAVANO
MESTI E RIVERENTI
QUI IN SACRO DEPOSITO LE SUE SPOGLIE MORTALI
E QUESTO MARMO
MEMORIA PERPETUA DELLA SUA SANTA VITA