18Febbraio

La danzatrice di Lucera

La danzatrice di Lucera

Lucera, città Saracena, è posta con le sue fortezze pesanti e minacciose sulla collina brulla, la quale scende repentinamente in lontananza in un'infinita estensione coperta d'erba. Il muro di cinta è costituito da 15 gigantesche torri che racchiudono in un abbraccio la reggia del Re degli Hohenstaufen. Il grande Re riposa già da qualche anno nel Paphyrsarcofago a Palermo, tuttavia i Saraceni si rifiutano di credere in ciò. Essi sostengono, guardando con grande umiltà il palazzo reale, che il suo […] fu portato via dal Re Manfredi, figlio di Federico, che si reca raramente a palazzo.

A ridosso della piazza della Moschea e del Mercato, si trovava la casa del Sig. Kadi Azirah, il quale deteneva la giurisdizione su tale territorio. Un ragazzo o forse una bambina, scompare attraverso un portone di rame nella solitudine del mattino, nell'ora in cui si incontrano il giorno e la notte, si spengono le stelle e gli angeli, nella penombra del crepuscolo spiegano le loro ali, si occultano e si seducono. Questa è l'ora chiamata dai Saraceni "dei condannati", vale a dire di quelli che non sono né vivi e né morti. Il negro, che ha l'incarico di chiudere il portone, fa l'incantesimo che si usava nella sua patria per addormentare i serpenti. Semrud, la domestica, sorride con cattiveria e di tanto in tanto si ferma un attimo a raccogliere i veli grigi sulle spalle.

Posted in Aneddoti, Generale

Info sul sito

Questo sito nasce con l'intento di mostrare e far conoscere i monumenti, la storia e i personaggi di Lucera.

CENTRO INFORMAZIONE TURISTICA

Punto informazione e distribuzione materiale turistico
Piazza Nocelli, 6 
Numero Verde 800/767606

Login

.

Vai all'inizio della pagina